chiudi

dessertPan di Ramerino

4/6 Persone

Tempo: 50 minuti

Difficoltà Minima

uvetta

uvetta

Ingredienti

Per la biga
200 g di farina forte
100 g di acqua tiepida
2 g di lievito di birra

Per l’impasto dei pan di ramerino
300 g di biga
5 g di lievito di birra
800 g di farina di grano tenero
100 g di zucchero di canna
400 g di acqua tiepida
25 g di sale
180 g di olio extra vergine di oliva
300 g di uvetta
1 bicchierino di vinsanto
10 g di aghi di rosmarino
1 uovo per la doratura

Per lo sciroppo di zucchero
150 g di zucchero
150 g di acqua
1/2 bacca di vaniglia

Preparazione

Ricetta di Giulia Scarpaleggia di "Juls’ Kitchen"

Il giorno prima: prepara la biga.
In una ciotola media sciogli il lievito di birra nell'acqua a temperatura ambiente e aggiungi la farina. Mescola velocemente fino a che non è incorporata, poi copri la ciotola con la pellicola per alimenti e lasciala a maturare a temperatura ambiente per 20-24 ore.

Il giorno stesso: prepara i panini.
Metti l'uvetta in ammollo nel vinsanto e in un po' d'acqua, sufficiente a coprirla. Lasciala rinvenire per un'oretta, poi scolala bene e strizzala.
Trita il rosmarino molto fine e mettilo in una padella con l'olio di oliva. Scalda l'olio a fuoco basso e spengilo non appena comincia il rosmarino comincia a soffriggere. Lascialo intiepidire.
Ora inizia a preparare i panini. Sciogli il lievito di birra in metà acqua tiepida. Aggiungi la biga, la farina e lo zucchero e impasta bene con il gancio a uncino per circa 5 minuti, poi aggiungi il sale e continua a impastare aggiungendo l'acqua piano piano finché l'impasto non sarà liscio, sodo e comincerà a incordarsi. Puoi anche farlo a mano con tanta pazienza. Un lavoro lungo, ma completamente fattibile.
Aggiungi a questo punto l'olio e il rosmarino e impasta sempre con il gancio a bassa velocità per una decina di minuti, finché l'impasto non ha assorbito del tutto l'olio, è diventato liscio, non troppo appiccicoso, e si incorderà al gancio.
Negli ultimi 5 minuti aggiungi anche l'uvetta e impasta quel tanto che basta a incorporarli.
Trasferisci l'impasto in una ciotola unta di olio d'oliva e lascialo rilassare per circa 15 minuti in un ambiente tiepido, tipo nel forno chiuso con la luce accesa.
Dopo questo quarto d'ora di riposo puoi preparare i panini, suddividendo l'impasto in pezzi da 65 g l'uno.
Adesso è il momento di fare la pirlatura dei panini, per la quale vi rimando al post sul panini dolci al cioccolato. Non è difficile, serve solo un po' di pratica.
Sistema i panini appena pirlati su due teglie foderate di carta da forno, lasciandoli ben distanziati tra loro in modo che abbiano spazio per crescere.
Sbatti un uovo con un cucchiaio di acqua e con un pennello lucida delicatamente ogni panino. Mettili nuovamente a lievitare per circa 25 minuti.
Incidi i panini con un tarocco come nella foto, andando a premere bene quasi fino a tagliare, poi ripeti l'operazione della doratura.
Lasciali lievitare nuovamente finché non sono raddoppiati di dimensione.
Scalda il forno a 180°C e cuoci i panini per circa 15-20 minuti, finché non sono dorati e ben gonfi.
Nel frattempo prepara lo sciroppo di zucchero facendo bollire per circa 10 minuti a fuoco medio l'acqua con lo zucchero e la bacca di vaniglia aperta.
Appena sforni i panini spennellali con lo sciroppo di zucchero caldi e falli raffreddare.
Sono irresistibili mangiati ancora tiepidi, ma si conservano bene per 5-6 giorni chiusi in una scatola di latta o in una busta a chiusura ermetica.


uvetta

Uva sultanina 250

Uva sultanina 250g

Uva cilena 250

Uva cilena 250g