Junior
Tempo di Epifania: una calza della Befana fai da te a costo (quasi!) zero
BBExtra
BBExtra
Vedi prodotto
Junior

Tempo di Epifania: una calza della Befana fai da te a costo (quasi!) zero

Tre soluzioni per un’Epifania golosa e a costo (quasi) zero

L’Epifania tutte le Feste si porta via! Come da tradizione, la mattina del 6 gennaio grandi e bambini scoprono quali regali ha lasciato la Befana durante la notte. Caramelle, cioccolatini o carbone (di zucchero, ovviamente)?
Hai già scelto la tua calza della Befana? In commercio, ormai, ne esistono di tutti i tipi, riempite con le più svariate golosità.
Però, se vuoi dedicarti a un po’ di bricolage e realizzarne una homemade, noi ti suggeriamo tre soluzioni per una calza della Befana fai da te davvero speciale, che farà la gioia di tutti, dai bambini agli adulti. 
Innanzitutto, è una calza della Befana a costo (quasi) zero ed ecosostenibile, perché è realizzata con materiali di riciclo che, sicuramente, hai già in casa. E, poi, se seguirai il nostro consiglio, sarà ricolma di bontà gustose e, soprattutto, sane.

Fare una calza della Befana con un vecchio maglione

La calza di questa Epifania segue un imperativo: riciclare!
Sicuramente, hai un vecchio maglione infeltrito che non metti da un sacco di tempo. Oppure, fra i regali di Natale appena ricevuti è arrivata l’ennesima coperta di pile decorata con una fantasia discutibile?
Fai un po’ di decluttering: svuota l’armadio e usa i vecchi golf e le coperte in eccesso per realizzare una bella calza della Befana.
Prendi un vero calzino (più grande è, più bontà potrà contenere!) e tracciane la sagoma sul maglione o sul pile con un pennarello.
Ripeti l’operazione su un’altra porzione di stoffa e, poi, ritaglia entrambe le sagome.
In merceria, procurati un ago da lana e unisci le sagome lungo i bordi e sul fondo con un filo spesso e colorato.
Non sai cucire? Niente paura: guarda questo tutorial, per rifilare i bordi con un facilissimo punto festone. 

Usare un paio di guanti per una calza della Befana fai da te

Alla ricerca di un maglione, nell’armadio hai trovato un vecchio paio di guanti di lana che non ricordavi neppure di avere? Ottimo: anche lui sarà perfetto per contenere i regali della Befana!
Che siano guanti a manopola o completi di dita, i guanti saranno perfetti per l’occasione e ti risparmieranno anche la fatica di cucire.
Ti basterà riempirli con i doni: l’effetto calza-della-Befana-alternativa è assicurato!

Fare una calza della Befana con… un calzino (spaiato)

Come terza alternativa, per la tua calza della Befana fai da te avrai bisogno di… una vera calza!
In qualche cassetto, avrai sicuramente qualche calzino rimasto spaiato perché il suo compagno si è irrimediabilmente sdructio. Oppure, dopo un infausto viaggio nella lavatrice.
A proposito, dove sarà finito l’altro che completava il paio? Se lo domanda anche Vinicio Capossela
“Dove vanno a finire i calzini
quando perdono i loro vicini?
Dove vanno a finire beati
i perduti con quelli spaiati,
quelli a righe mischiati con quelli a pois?
Dove vanno, nessuno lo sa.”

Lava il calzino spaiato e salvalo dalla noia, per trasformarlo in una calza dell’Epifania.
Riempilo con i regali che hai scelto e posizionalo dentro le pantofole o le sneakers della persona a cui intendi regalare questa originale calza della Befana.

Come riempire la calza della Befana fai da te

Infine, parliamo di cose serie: cosa mettere dentro la calza della Befana fai da te?
Rispetta la tradizione: usa frutta fresca, dolciumi e Frutta Secca.
Per la prima, scegli qualche profumato mandarino: alta concentrazione di indispensabile Vitamina C e Fibre alimentari vegetali in uno dei più colorati e gustosi frutti di stagione.
Per quanto riguarda i dolciumi, la scelta migliore è sempre il cioccolato, ovviamente fondente (almeno il 72% di cacao). Una buona iniezione di flavonoidi, rimedio antistress perfetto, è l’ideale per rientrare a regime dopo le Feste.
E la Frutta Secca? Scegli quella che ti ingolosisce di più: basta che sia di qualità, come quella che Ventura seleziona in giro per il mondo da più di 80 anni, magari già sbucciata e tostata, ma non fritta. E se proprio non sai quale mettere nella calza della Befana, che ne dici di un bel mix di Frutta Secca Ventura sgusciata ed essiccata?

Articoli che potrebbero interessarti

Ricevi uno sconto extra del 10%*

Un link per impostare una nuova password verrà inviato al tuo indirizzo email.