Cucina
Come conservare il cibo in estate? Qualche trucco per evitare rischi e sprechi
Pistacchi tostati non salati
Pistacchi tostati non salati
Vedi prodotto
Cucina

Come conservare il cibo in estate? Qualche trucco per evitare rischi e sprechi

Il decalogo con i consigli per conservare il cibo in estate

In estate, con l’aumento delle temperature, cambiano le abitudini alimentari. Cerchi di mangiare cibi più leggeri, facilmente digeribili e, soprattutto, freschi. Bevande, frutta e verdura affollano il tuo frigorifero, sia a casa che al lavoro.
Come conservare il cibo, in modo che non si deteriori velocemente, perdendo le sue caratteristiche organolettiche e rischiando perfino di mettere a rischio la tua salute?
Qualche anno fa, il Ministero della Salute ha pubblicato Il mio frigo, una lista di consigli realizzata dalla Direzione generale della Comunicazione e delle relazioni istituzionali in collaborazione con la Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione.
Il documento fornisce una serie di informazioni che suggeriscono come utilizzare al meglio il frigorifero (non solo in estate!), rispettando alcune regole basilari e ottimizzando i consumi.

Regole semplici , ma indispensabili per evitare gli sprechi

Buone pratiche igieniche dettate soprattutto dal buonsenso permettono di evitare la contaminazione del cibo, favoriscono una corretta conservazione degli alimenti e cancellano gli sprechi alimentari ed energetici.
Il decalogo del Ministero parla di igiene della cucina e del frigorifero, della manutenzione dell’elettrodomestico e delle regole basilari per stoccare i cibi nei vari ripiani che, spesso, finiamo per dare per scontate.
Per esempio, sai che cibi cotti e crudi non dovrebbero mai condividere lo stesso ripiano del frigo? E che lavare frutta e verdura prima di riporle nei loro cassetti non aumenta il grado di pulizia del tuo elettrodomestico e non allontana il rischio delle contaminazioni? In realtà, favorisce la proliferazione di muffe e batteri!

La parola d’ordine è… ordine!

Durante i mesi estivi, non devi cambiare i metodi di conservazione degli alimenti, ma devi solo prestare un po’ di attenzione in più. Ecco tre regole-chiave:
1. Evita di sovraccaricare il frigorifero con troppi acquisti. Un frigo inutilmente carico e mal organizzato consuma di più!
2. Quando fai la spesa, non perdere mai di vista la capienza dell’elettrodomestico e cosa, eventualmente, contiene già.
3. Per garantire una buona conservazione degli alimenti, l’aria fredda deve poter circolare liberamente intorno ai cibi, per garantire una corretta distribuzione della temperatura. Se la ostacoli, infatti, faciliti il deperimento dei prodotti. Se, in casa, non hai contenitori adatti allo scopo, sappi che in commercio esistono comodi salvaspazio in plastica, utili per organizzare comodamente il tuo frigorifero.

Chi prima entra, prima esce (nel frigo e in dispensa)

Dopo la spesa, riponi il prima possibile gli alimenti freschi in frigo, seguendo anche le indicazioni riportate sulle confezioni relative alle condizioni di conservazione e alla temperatura in funzione della quale il produttore ha determinato il periodo di validità del prodotto (la famosa dicitura “da consumarsi entro”).
Conosci la regola del chi prima entra, prima esce? Vale anche per la tua dispensa: abituati a riporre gli alimenti acquistati di recente sotto o dietro a quelli più “vecchi”. Eviterai spiacevoli sorprese.
E se vuoi godere tutto l’anno della sua croccantezza e della sua bontà, ricorda che anche la frutta secca e disidratata va conservata con qualche particolare accorgimento.

Come trasportare e conservare il cibo fuori casa, durante l’estate?

Se devi trasportare il cibo da casa al luogo di lavoro, usa una piccola borsa frigo refrigerata con piastre eutettiche (le classiche mattonelle da freezer). Manterrai i tuoi pasti al fresco per il tempo necessario a riporli nuovamente in frigo o per consumarli al momento opportuno. Conserva gli alimenti, cotti o crudi, in contenitori facilmente impilabili e facili da lavare. Il vetro è il materiale perfetto, perché non assorbe odori e condimenti grassi, si lava in un attimo ed è ottimo sia per trasportare cibi crudi, come la frutta o i salumi affettati, che per essere usato nel microonde.
Infine, se non vuoi fare a meno della tua bevanda fresca preferita, portala con te in una borraccia termica con tappo ermetico. In questo caso, scegli un buon prodotto in acciaio inox. Se decidi di optare per la plastica, prima dell’acquisto accertati che il materiale del thermos non contenga elementi nocivi per la salute, come il bisfenolo (BPA).

Articoli che potrebbero interessarti

Iscriviti alla nostra newsletter