Cucina
Come conservare in casa la frutta secca
Pinoli
Pinoli
Vedi prodotto
Cucina

Come conservare in casa la frutta secca

Frutta secca sempre a portata di mano

Sono appena passate le Feste, hai fatto scorta di frutta secca e, ora, la vuoi conservare nella maniera più corretta, per averla sempre a disposizione per i tuoi snack veloci e per le tue ricette più sfiziose ed elaborate.
Per mantenere intatte le proprietà della frutta secca e la sua fragranza, puoi ricorrere ad accorgimenti molto semplici.

Conservare gli alimenti secchi

Per conservare bene qualsiasi alimento secco, dal riso alla semola, il vetro è la soluzione migliore.
Incapace di assorbire odori e sapori, il vetro è facile da lavare e sterilizzare e puoi metterlo tranquillamente anche in lavastoviglie. E, cosa non da poco, ti aiuta a evitare la proliferazione degli insetti nel cibo che conservi nella tua dispensa.
I barattoli, poi, si prestano a essere impilati o accostati e riducono la normale confusione che, solitamente, regna dietro gli sportelli dei pensili della cucina o nelle scansie della dispensa di casa.

Vetro e frutta: l’accoppiata perfetta

Come conservare in casa la frutta secca
Un contenitore in vetro è il recipiente migliore per mettere da parte la tua frutta secca sgusciata.
Dotati di chiusura ermetica o di un coperchio, svitabile o a pressione, con guarnizione in plastica o in silicone: i barattoli in vetro sono perfetti per conservare a lungo qualsiasi tipo di frutta secca.
Mandorle, noci, pistacchi, nocciole, pinoli, arachidi hanno trovato casa!
Usa i barattoli di vetro per conservare anche la frutta candita o disidratata e i mix di semi e frutta secca che usi per arricchire i tuoi piatti.
La trasparenza del contenitore ti aiuterà a capire subito quando avrai bisogno di fare una nuova scorta di buona frutta secca.

Ancora un paio di consigli

Una volta riempiti, evita di esporre i barattoli alla luce diretta del sole e applica sul tappo o sulla superficie un’etichetta adesiva con la data di stoccaggio dell’alimento. Se ne sei a conoscenza, indica anche la data di scadenza.
Un ultimo consiglio creativo. Se hai la possibilità di riporre i barattoli fuori dalla dispensa, in un luogo asciutto e non troppo soleggiato della tua casa, rifletti sulla possibilità di conservare la frutta secca in contenitori di fogge diverse. Disponili in maniera scenografica, sfruttando anche le variazioni cromatiche offerte dalla frutta contenuta all’interno. In questo caso, applica l’etichetta con i dati del contenuto sul fondo esterno del barattolo.

Articoli che potrebbero interessarti



Iscriviti alla nostra newsletter