Junior
Educare alla bontà e alla salute: si comincia dalla… merenda!
BBWow School Break
Vedi prodotto
Junior

Educare alla bontà e alla salute: si comincia dalla… merenda!

Okkio alla salute!

Le buone abitudini si imparano da piccoli e, ovviamente, l’alimentazione non fa eccezione!
Da una decina d’anni, il Ministero della Salute promuove il progetto Okkio alla salute. Si tratta di un osservatorio sull’obesità infantile (6-10 anni) e sui fattori di rischio correlati. Oggi, a circa 6 anni dal suo lancio, coinvolge quasi 50mila bambini.
Lo studio condotto si propone di analizzare gli stili di vita dei bambini della scuola primaria, il loro stato ponderale e le iniziative scolastiche pensate per favorire una nutrizione sana e uno stile di vita attivo.
Fra le azioni previste per contrastare sovrappeso, obesità e uno stile di vita sedentario, ci sono la promozione dell’assunzione di cibi sani e dell’attività fisica.

La merenda: un break di qualità

Abituare i bambini a consumare cibi sani e nutrienti fin dalla prima infanzia permette al loro organismo di assimilare correttamente e nelle giuste quantità tutti i principi nutritivi di cui ha bisogno, senza eccedere nel consumo di grassi e zuccheri raffinati.
La merenda è un momento-chiave
della giornata dei bambini. Perciò, non bisogna sottovalutare l’importanza della qualità degli alimenti che i bambini consumano in questi momenti.
Lo snack di metà mattina arriva a poche ore dalla colazione, che deve essere sempre abbondante ma ponderata, e la integra. Ritempra mente e fisico dalle fatiche scolastiche e segna una cesura psicologica importante all’interno della routine della scuola.
La classica merenda pomeridiana, che si colloca fra il pranzo e la cena, dopo una sessione sui libri o qualche ora di gioco e allenamento, è il necessario break dallo studio o dallo sport.

Snack originali, freschi e bilanciati

Asseconda l’appetito e la golosità dei bambini, senza ricorrere a cibi fritti, salati, con coloranti e conservanti artificiali. Per quanto siano comodi da reperire e trasportare, stop ai dolci ipercalorici preconfezionati e alle bibite gassate e zuccherate.
Al contrario, privilegia alimenti freschi e nutrizionalmente bilanciati.
La frutta è la soluzione migliore. Sceglila di stagione e offrila ai bambini accompagnata da un pugno di frutta secca.
Le proprietà e la dolcezza del frutto fresco si abbinano perfettamente ai principi nutritivi e alla croccantezza della frutta in guscio o disidratata.
Una mela a spicchi, un pugno di pistacchi e noci, un quadrotto di cioccolato fondente e la merenda, a casa o a scuola, è pronta.

Nutrire l’organismo con… le bevande

E non dimenticare l’idratazione! Insieme al cibo, non deve mancare mai un bel bicchiere d’acqua.
A seconda della stagione e dei gusti dei bambini, puoi offrire anche una spremuta d’arance, di mandarini o di pompelmi, possibilmente appena preparata, affinché non perda un micron delle vitamine, altamente volatili, contenute nei frutti.
In alternativa, insieme alla frutta secca, proponi un estratto di carote, mela e limone, oppure uno smoothie, un buon frullato che ha bisogno di due soli ingredienti: acqua e frutta fresca.
Quello a base di banana e kiwi è un grande classico. Vuoi delle varianti di stagione strepitose? Pere Abate, mele Fuji e caco mela, nel periodo freddo. Oppure, fragole e melone durante l’estate!
Qualsiasi smoothie diventa golosissimo, super-energetico e ricco di potassio se, durante la preparazione, aggiungi datteri snocciolati e una spolverata di cannella.

Tags:

Articoli che potrebbero interessarti



Iscriviti alla nostra newsletter