chiudi

Frutti rossi

Tutti i prodotti

Ciliegie 100

Ciliegie 100g

Cranberry 100

Cranberry 100g

Fragole 100

Fragole 100g

Mirtilli 100

Mirtilli 100g

Mix 100

Mix 100g

COSA SONO?
Quella del marchio Ventura, è una storia che inizia nelle più vocate terre da frutta, dove le condizioni ambientali e climatiche si uniscono alla più evoluta competenza agroalimentare e al rispetto della natura.
Da queste aree arrivano i frutti rossi Ventura lavorati e confezionati con cura, per conservare al meglio sapori, aromi e proprietà nutrizionali.
LEGGI DI PIÙ SU...
La storia
Tra i frutti rossi più comuni e coltivati si trovano fragole, ciliegie e frutti di bosco (more, lamponi, mirtilli, ribes rosso e ribes nero), bacche accomunate da un incredibile valore terapeutico, da un alto contenuto di vitamina C e fibra, che ha una benefica azione sull'intestino. I frutti rossi contengono poche calorie e zuccheri semplici, le proteine sono pressoché assenti e sono ricchi di acidi organici che conferiscono il classico sapore acidulo.

FRAGOLA
Originaria delle Alpi, dove cresceva allo stato selvatico, la fragola veniva chiamata fragrans dai Romani, per il suo intenso profumo.
Fino al XVII secolo in Europa venivano coltivate piante di specie selvatiche autoctone e altre introdotte dall'America del Nord. Il contributo più importante alla coltivazione di questa specie lo fornì un ufficiale francese che importò dal Cile le piante madri.

CILIEGIA
Il ciliegio è un albero appartenente alla famiglia delle Rosacee, originario dell'Europa e di alcune zone montane fredde dell'Asia Minore. Con il termine generico di ciliegie si indicano una grande varietà di frutti che vengono classificati in due gruppi facenti capo a due specie differenti: alla prima si riferiscono i frutti più dolci e teneri, alla seconda i frutti più acidi e di diversa grandezza come le amarene e le marasche.
Il nome dialettale, così come quello portoghese, francese, spagnolo e inglese, deriva dal greco κέρασος (kérasos), e da qui il nome della città di Cerasunte (o meglio Giresun), in Turchia, da cui, secondo Plinio il Vecchio, furono importati a Roma nel 72 a.C. da Lucio Licinio Lucullo i primi alberi di ciliegie. I semi di un certo numero di specie di ciliegie sono stati tuttavia rinvenuti in ritrovamenti archeologici dell'età del bronzo ed in siti archeologici romani in tutta Europa, Italia compresa.

CRANBERRY
Il Cranberry, detto anche Mirtillo di Palude per le particolari condizioni in cui cresce, è un frutto originario dell’America del Nord, in particolare delle zone a clima temperato tra la Est-Coast e gli Stati Uniti centrali, fino al Canada del Sud e gli Appalachi.
Pianta spontanea del sottobosco, il cranberry era già consumato dai nativi americani mescolato con lo sciroppo d'acero o nella preparazione di cibi. Era considerato da essi un frutto sacro, portatore di pace e amicizia. Questo frutto era inoltre conosciuto per le sue proprietà medicinali e utilizzato come antidoto nelle ferite provocate dal morso di animali velenosi. Il nome cranberry venne dato alla pianta dai primi coloni europei sbarcati in America, che associarono il fiore rosa del mirtillo a un volatile di palude, la gru - in inglese crane - da cui il termine cranberry.

LAMPONE
Il lampone è un arbusto che appartiene, come le ciliegie, alla famiglia delle Rosaceae. Viene coltivato nel Mediterraneo, specialmente in Italia e in Grecia, a partire dal XVI secolo.
All'inizio se ne coltivavano moltissime varietà, che col tempo sono state selezionate conservando solo quelle più resistenti a clima e ai parassiti.

MIRTILLO
La pianta conosciuta come Vaccinium appartiene alla famiglia delle Ericacee, ma i suoi frutti sono comunemente noti come mirtilli. È una pianta spontanea nell'emisfero boreale che comprende circa 130 specie.
La coltivazione
FRAGOLA
Le fragole oggi coltivate derivano dall'incrocio tra varietà europee e varietà americane. Vivono bene in terreni freschi e leggermente acidi, come quelli del sottobosco.
I maggiori produttori sono Stati Uniti, Polonia, Giappone, Spagna, Italia, Russia e Corea.
In Italia la Campania ha il primato produttivo di fragole, seguita da Emilia-Romagna, Basilicata, Veneto, Piemonte e Lazio.

CILIEGIA
Il ciliegio si trova in Europa, nella zona nord-occidentale dell'Africa e a ovest in Asia, dalle Isole Britanniche a sud fino in Marocco e Tunisia (nelle zone più fredde della catena montuosa dell'Atlante), a nord fino a in Norvegia e in Svezia, Polonia, Ucraina, nel Caucaso, a nord dell'Iran, con anche una piccola popolazione nell'ovest dell'Himalaya.
In Italia è presente nelle zone collinari e montuose, vista la sua buona resistenza al freddo.

CRANBERRY
Appartenente alla famiglia delle Ericaceae, il cranberry è una pianta a portamento strisciante che forma una fittissima vegetazione tappezzante con piccoli germogli fruttiferi a bacche rosse.
Il cranberry cresce in terreni paludosi che alternano strati di sabbia con materiale organico. Il terreno deve avere la possibilità di essere abbondantemente irrigato fino ad essere completamente allagato. L’allagamento dei campi ha il duplice scopo di proteggere le piantine in inverno, sotto uno strato di ghiaccio infatti le piantine possono tollerare anche le basse temperature, e di favorire la raccolta meccanizzata dei frutti, con le bacche che galleggiano sull’acqua e possono essere facilmente raccolte.
La fioritura si presenta nei mesi di maggio e giugno; i frutti raggiungono la piena maturazione nel mese di novembre.

LAMPONE
Gli arbusti dei lamponi crescono spontaneamente nei boschi montani dell'Europa e dell'Asia temperata, fino a un'altitudine massima di 1.500 metri. È una pianta perenne rustica e poco esigente, nasce prevalentemente in zone esposte al sole ma protetto dalla vegetazione degli alberi ad alto fusto.
La fioritura avviene normalmente tra maggio e giugno mentre i lamponi maturano in tarda estate.

MIRTILLO
I mirtilli sono piccole piante cespugliose con struttura legnosa e si possono rinvenire negli ambienti più diversi.
I mirtilli che crescono in Italia sono di solito arbusti di piccole dimensioni o addirittura striscianti, ma il gigante tra i mirtilli, il Vaccinium arboreum del Nordamerica, assume la forma di un piccolo albero e può arrivare fino a 9 metri.
Le varità più diffuse e commercializzate sono il mirtillo nero, il mirtillo rosso e il mirtillo blu.
Nelle zone di montagna, la raccolta di mirtilli nati spontaneamente è un'attività molto praticata, ma la stragrande maggioranza dei frutti oggi disponibili in commercio è costituita dai mirtilli coltivati.
Il frutto
FRAGOLA
Le fragole sono un ottimo dessert; vengono comunemente accompagnate da panna montata, gelato, yogurt, aceto balsamico o succo di limone. Oltre al tradizionale consumo fresco, le fragole possono essere utilizzate in cucina anche per preparare succhi, sciroppi, sorbetti, creme, marmellate e confetture.
Oltre all'uso alimentare le fragole sono usate in cosmesi per maschere ad azione rassodante. Il succo, invece, lenisce le scottature solari e viene usato in composti ad azione schiarente, emolliente e rivitalizzante.

CILIEGIA
In cucina le ciliegie si possono usare al naturale, aggiunte alle macedonie, a sorbetti, gelati e budini. Sono molto apprezzate per la preparazione di dolci al cucchiaio, crostate, dolci al cioccolato e con frutta candita.
Sono inoltre ingrediente fondamentale per la preparazione di sciroppi, marmellate, succhi, mostarde, vini e acqueviti, come gli italiani maraschino e il ratafià, e l'alsaziano Kirsch.
Anche nelle preparazioni salate sono apprezzate, soprattutto in accompagnamento a selvaggina.

LAMPONE
Il frutto del lampone viene anche chiamato anche fragola pelosa o mora di montagna.
Ha un colore rosso vivace e un piacevole sapore dolce-acidulo. Accanto ai più tipici lamponi rossi, in commercio si trovano anche lamponi più particolari, dal colore bianco-giallastro.
Possono essere consumati freschi, congelati, in gelatine, confetture e sciroppi, alimentari o medicinali.
Sono un colorante naturali per cosmetici e vengono anche impiegati per aromatizzare il vermouth.

MIRTILLO
Il mirtillo è un frutto che può essere consumato fresco, con zucchero e limone, o usato per la preparazione di bevande, gelatine, marmellate, sciroppi o succhi.
Facendo fermentare il succo si ottiene il vino di mirtilli, una bevanda leggermente alcolica.
Le curiosità
FRAGOLA
Nella Roma antica le fragole venivano consumate soprattutto durante le feste in onore di Adone. Secondo la leggenda, infatti, quando Adone morì Venere pianse molte lacrime che, una volta giunte a terra, si trasformarono in cuori rossi e dolci, le fragole.

CILIEGIA
Secondo la tradizione Giapponese la ciliegia è simbolo di prosperità. In Inghilterra, invece, sognare l'albero del ciliegio ha un significato opposto, preannuncia una disgrazia.

CRANBERRY
Gli Stati Uniti sono il primo paese produttore di cranberry al mondo, ma anche i primi consumatori. Si stima che gli americani consumino circa 180 mila tonnellate di mirtilli ogni anno e circa il 20% viene consumato durante la Thanksgiving Week. Il succo di cranberry infatti è considerato parte indispensabile della tradizione americana nel giorno del Ringraziamento.
Ma questa degli americani non è una passione recente: i mirtilli rossi costituivano un alimento importante per i marinai e gli schiavi fin dai tempi delle imbarcazioni di legno a remi. Grazie alla ricchezza di vitamina C infatti erano in grado di prevenire lo scorbuto. Per lo stesso motivo durante la II Guerra Mondiale le truppe americane consumavano questi frutti in forma disidratata.
Dal cranberry si ricavano succhi di frutta, marmellate, gelatine e, fenomeno produttivo recente, un vino chiamato Cramberry Blush che è una combinazione di mirtillo rosso al 10% e uva bianca.
Certamente il periodo della raccolta è anche tempo di feste e sagre: oltre un milione di turisti vengono attratti ogni anno per ammirare lo spettacolo dei campi allagati per consentire la raccolta della bacca di origine pre-coloniale. Ogni anno giungono al Cranberry World Visitors’ Center di Plymouth oltre 300.000 visitatori. Gli amanti della natura e dei paesaggi non possono mancare l’annuale appuntamento per la raccolta della bacca vermiglia - il Cranberry Harvest Festival - qui il visitatore può veramente apprendere tutto sul mirtillo rosso americano, fare assaggi e parlare con i produttori. Sull’Isola di Nantucket, il Cranberry Harvest Festival si svolge ad Ottobre; i campi sono visitabili ed anche qui si può assistere all’annuale raccolta.

LAMPONE
In passato il lampone veniva consigliato alle donne che erano in attesa di un figlio perché si pensava che scongiurasse il rischio di aborto. Il succo secondo tradizione popolare è invece utile per gargarismi lenitivi ed emollienti.

MIRTILLO
Durante la seconda guerra mondiale, ai piloti inglesi venivano fatte mangiare grandi quantità di mirtilli perché si pensava che questo frutto aumentasse la capacità visiva, soprattutto quella notturna.
Un prodotto particolarmente apprezzato in Francia e Germania è una particolare acquavite ottenuta dalla distillazione del vino di mirtilli, una bevanda leggermente alcolica che viene ottenuta attraverso la fermentazione del succo di mirtillo.



Una ricetta selezionata

Gustosi piatti per tutti i gusti

  • 26 persone
  • Tempo: 24 minuti
  • Difficoltà Minima
  • frutti rossi
Girelle al farro con cranberry
Girelle al farro con cranberry

Vai a tutte le ricette