⭐️ Spedizione gratuita per ordini sopra ai 38 euro ⭐️
carrello Carrello
⭐️ Spedizione gratuita per ordini sopra ai 38 euro ⭐️
close icon
Pitta della Madonna con Frutta Secca mista Ventura
dessert

Pitta della Madonna con Frutta Secca mista Ventura

icona porzioni
6 persone
icona tempo
90 minuti
icona difficoltà
difficoltà media

In Calabria, con il termine “pitta”, si indica un pane tradizionale a forma di ciambella schiacciata. La blogger Elena di Un po’ di cioccolato, invece, ci propone una variante dolce della pitta calabrese, la Pitta della Madonna, detta anche Pitta ‘nchiusa, profumata alla cannella. La preparazione che ci suggerisce Mary arriva direttamente dal ricettario della nonna!
La Pitta della Madonna è una torta rustica tipica di varie festività, tra cui la Pasqua, e cambia nome a seconda delle zone in cui viene preparata. La costante è rappresentata dall’ampio uso di frutta secca sgusciata ed essiccata. Mandorle, Noci, Pinoli e Uva Sultanina Ventura sono gli ingredienti protagonisti di un dolce bello da vedere e perfetto per la colazione e la merenda.


Ingredienti

  • Per preparare l’impasto della Pitta della Madonna
  • Semola rimacinata di grano duro 250 g
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 uovo grande
  • Olio 60 g
  • 1 cucchiaio di limoncello
  • Lievito madre secco 15 g
  • Cannella q.b.
  • Acqua a temperatura ambiente q.b.
  • Per preparare il ripieno della Pitta della Madonna con Frutta Secca Ventura
  • Noci sgusciate Ventura 100 g
  • Mandorle pelate Ventura 100 g
  • Pinoli Ventura 50 g
  • Uva Sultanina Ventura 150 g
  • 2 cucchiai abbondanti di miele
  • 1 cucchiaio di limoncello

Preparazione

Come preparare la Pitta della Madonna con Frutta Secca Ventura

In un’ampia ciotola, mescolare insieme tutti gli ingredienti relativi all’impasto della Pitta della Madonna.
Poco alla volta, aggiungere acqua e lavorare, fino a ottenere un impasto omogeneo e lavorabile.

In forno, tostare la Frutta Secca sgusciata Ventura: 150°, 10 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare.
Nel frattempo, in una ciotola con due parti di acqua e una di limoncello, mettere in ammollo l’Uvetta Ventura per 10 minuti. Strizzare bene e tenere da parte.

Tritare grossolanamente al coltello la Frutta Secca Ventura. Aggiungere all’Uvetta.
Unire un cucchiaio di limoncello e il miele. Impastare bene.

Prelevare una porzione di impasto.
Con un mattarello, su una spianatoia, stendere la pasta e, con la sfoglia ottenuta, rivestire una tortiera da 18 cm di diametro.

Dividere il restante impasto in 6 pezzi.
Stendere ciascuna porzione di pasta, fino a ottenere strisce lunghe circa 35 cm, larghe 10-11 cm e spesse un paio di mm.
Con un cucchiaio, disporre un po’ di ripieno di frutta secca su metà striscia. Poi, ripiegare l’altra metà e chiudere. Avvolgere la striscia su sé stessa, in modo da formare una rosa.
Continuare così per tutti i pezzi di pasta.
Tenere da parte un po’ di ripieno di frutta secca.

Disporre le rose nella tortiera.
Coprire la tortiera con pellicola alimentare o carta stagnola e lasciare riposare in frigo per un giorno intero.

Il giorno successivo, cospargere la Pitta con il ripieno avanzato e qualche cucchiaio di miele.
In forno ventilato preriscaldato, cuocere a 160°, 50 minuti circa.
Se, a metà cottura, la torta si sta scurendo eccessivamente, coprire la Pitta con un forno di carta stagnola e terminare la cottura.
Sfornare e lasciare raffreddare, prima di servire il dolce.

Mandorle

Ricevi uno sconto extra del 10%*

Un link per impostare una nuova password verrà inviato al tuo indirizzo email.