Spedizione gratuita per ordini sopra ai 38€
carrello

Spedizione gratuita per ordini sopra ai 38€

close icon
Tutte le ricette freccia destra primi

Culurgiones con ricotta e Pistacchi Ventura

Ricetta con: Pistacchi
Culurgiones con ricotta e Pistacchi Ventura
icona porzioni
PERSONEx 4
icona difficoltà
DIFFICOLTÀelevata
icona tempo
TEMPO50 MIN

Godiamo delle forme e dei sapori della Sardegna, grazie ai culurgiones con formaggio fresco e Frutta Secca che ci propone la food blogger Jessica di Cuore di frolla.
Diffusi in numerose varianti locali, i culurgiones sono una varietà di pasta fresca ripiena di patate e formaggio tipica della provincia sarda dell’Ogliastra. Si tratta di gustosi e scenografici ravioli preparati con farina di semola e sigillati da una caratteristica chiusura a spiga (spighitta).
A differenza della ricetta dei culurgiones ogliastrini, in questa preparazione sfiziosa non troverai aglio, menta e pecorino, ma ricotta e Pistacchi tostati e salati Ventura.
Per completare la ricetta, condisci questi culurgiones freschi con un veloce sugo al pomodoro arricchito con stracciatella e Pistacchi Ventura.

Ingredienti
  • Per il ripieno dei culurgiones:
  • Patate gialle 650 g
  • Ricotta vaccina 250 g
  • Olio extravergine d’oliva 20 g
  • Pistacchi tostati e salati Ventura tritati al coltello 80 g
  • 1 pizzico di sale marino fino iodato
  • Per la pasta dei culurgiones:
  • Farina 00 80 g
  • Semola rimacinata 120 g
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • Acqua bollente 100 g
  • Sale marino iodato 10 g
  • Per il condimento dei culurgiones:
  • Salsa di pomodoro
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • 1 cipolla di Tropea
  • Pistacchi tostati e salati Ventura tritati al coltello 35 g
  • 1 stracciatella
  • 1 limone
Preparazione

Come preparare i culurgiones con ricotta e Pistacchi Ventura

Cuocere le patate in abbondante acqua salata bollente per circa 40 minuti. Per controllare la cottura, infilzare le patate con una forchetta e valutarne la morbidezza.
Lasciare raffreddare le patate e sbucciarle. In una terrina capiente, ridurre in purea le patate con uno schiacciapatate o una forchetta.

Aggiungere la ricotta, i Pistacchi salati Ventura, l’olio e il sale.
Mescolare bene con una spatola.
Coprire con un piatto e lasciare riposare almeno un’ora, in luogo fresco.
Il ripieno può essere preparato la sera prima e lasciato riposare, coperto, in frigorifero. In questo caso, togliere il composto dal frigo almeno mezz’ora prima di farcire i culurgiones.

In una ciotola capiente, mettere farina, semola, olio, acqua e sale.
Inizialmente, mescolare gli ingredienti con un cucchiaio. Poi, lavorare l’impasto a mano, per circa dieci minuti, fino a ottenere un panetto liscio. In alternativa, usare la planetaria, con il gancio a foglia.
Formare una palla con l’impasto. Coprire con pellicola alimentare o un panno pulito di cotone.
Lasciare riposare almeno 30 minuti.

Dopo il riposo della pasta, staccare dal panetto un pezzo di impasto per volta . Tenere il resto della pasta avvolta nella pellicola o nel telo, per evitare che si secchi.
Stendere la porzione di pasta a mano su una spianatoia infarinata con l’ausilio di un mattarello, oppure con una spianatrice, per ottenere una sfoglia spessa circa 1 mm (di solito, si ottiene impostando l’ultimo buco della macchina).

Con un coppapasta di 8 cm di diametro, oppure con un bicchiere, tagliare vari dischi di pasta dalla sfoglia.
Impastare gli scarti e stendere ancora, per ricavare altri dischi e ultimare la
pasta.

Rimuovere la farina in eccesso dalla pasta.
Mettere un cucchiaio abbondante di farcitura al centro di ogni disco di pasta.

Procedere con la chiusura, che richiede un po’ di abilità manuale.
Tenere un disco di pasta tra il pollice e l’indice della mano sinistra.
Compattare il ripieno con le dita. Un eventuale eccesso di ripieno può essere eliminato facilmente, al termine della chiusura del culurgione.
Chiudere il culurgione, pizzicando poco per volta la pasta, prima da un lato e poi dall’altro e, poi, spingendo leggermente verso il centro, per ottenere la classica chiusura a spiga.

Ripetere fino a esaurimento della pasta e/o del ripieno.
Adagiare i culurgiones su una superficie leggermente infarinata con una spolverata di semola.

In una padella, soffriggere la cipolla tritata con l’olio. Versare la passata di pomodoro e lasciare cuocere.
Aggiungere i Pistacchi tritati Ventura, la stracciatella e una grattata di scorza di limone.
Tenere da parte.

Portare a bollore una pentola con abbondante acqua salata.
Cuocere i culurgiones per 2 minuti circa: una volta cotti, salgono a galla.
Ripescare la pasta con una schiumarola e comporre i culurgiones in un piatto fondo da portata.

Condire i culurgiones con il sugo ai Pistacchi Ventura e stracciatella.
Conservare gli eventuali culurgiones crudi in frigo, per 1-2 giorni, all’interno di un contenitore chiuso, spolverati con un po’ di semola.

Pistacchi

Ricevi uno sconto extra del 10%*

Un link per impostare una nuova password verrà inviato al tuo indirizzo email.